Risorgimento a Treviso Opere e testimonianze dalle collezioni civiche

Museo di Santa Caterina - Piazzetta Botter n. 1 -

4 dicembre 2011 a 4 marzo, 2012 - mostra

RISORGIMENTO A TREVISO

Opere e testimonianze dalle collezioni civiche

inaugurazione 10 dicembre ore 18.00

risorgimento-foto

Un frammento di intonaco staccato da una casa addossata alla facciata della trevigiana chiesa di S.Francesco. Una breve scritta anonima dipinta a secco, che sembra tracciata da un melomane ma che, beffando la censura, diffonde un proclama risorgimentale: W V(ittorio) E(manuele) R(e) D(‘) I(talia). Un’eloquente testimonianza della Treviso antiaustriaca, della condivisione del sentimento patriottico che elesse Giuseppe Verdi a simbolo di aspettative e ideali collettivi. È l'inedito reperto che afferma il sentimento patriottico trevigiano della seconda metà dell’Ottocento esposto al Museo di Santa Caterina di Treviso, dal 10 dicembre 2011, nel percorso della mostra “Risorgimento a Treviso”, incentrata su una selezione di opere di proprietà civica che testimoniano gli aspetti della committenza e del collezionismo storico dell’epoca.
Una interessante occasione per ammirare opere normalmente non esposte e che consente ai visitatori di spaziare dai grandi oli su tela di tematica storica tardo romantica, ai ritratti, ai documenti fotografici, alle medaglie commemorative, attraverso i quali mettere a fuoco, con il punto di vista del contemporaneo, un’epoca complessa e ricca di eventi soprattutto per il territorio veneto. Una sezione particolare viene riservata al corpus grafico dello scultore Luigi Borro, quasi del tutto inedito e restaurato per l’occasione, che permette di seguire nelle sue varie fasi il processo creativo di alcuni monumenti cittadini, come quello dedicato a Dante sull’omonimo ponte – che celebra uno dei più forti simboli di unità di lingua e cultura – e quello in onore dei “Morti per la Patria” inaugurato nel 1875 in piazza Indipendenza.
La mostra è realizzata in sinergia con la Soprintendenza per i Beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso, e con il Rotary Club Treviso, che come suo service per l’anno 2011 e per i 150 anni dell’Unità d’Italia ha generosamente finanziato la realizzazione del catalogo della mostra.

Indice del catalogo
- Maria E. Gerhardinger – Appunti su aspetti di “arte risorgimentale” nei Musei Civici di Treviso
- Emilio Lippi – Il Quarantotto di Luigi Bailo
- Gabriella Delfini – Luigi Borro e Treviso: due monumenti, bozzetti ed un album di disegni
- Maria E. Gerhardinger, Il “fondo risorgimentale” dei Musei Civici di Treviso: sintesi cronologica
- Loretta Salvador – Il recupero del fondo cartaceo civico “Luigi Borro” in occasione della mostra: relazione tecnica di restauro conservativo di 25 disegni
- Guida per l’Esposizione storica trivigiana del Risorgimento Nazionale nel cinquantenario dal 1848 (edizione anastatica)

scarica invito ( formato PDF)
scarica locandina (formato PDF)
 
ingresso libero - compreso nel biglietto museale
 

info@museicivicitreviso.it

www.museicivicitreviso.it

Vai alla ricerca