08 ottobre 2021
OTT082021
Ferruccio Gard. "Il cinetico del colore, 1969-2021"

Ferruccio Gard. "Il cinetico del colore, 1969-2021"

Da venerdì 8 ottobre a domenica 7 novembre 2021 il Museo Bailo ospiterà la mostra "Ferruccio Gard. Il cinetico del colore, 1969-2021" che vedrà l'esposizione di una selezione della produzione dell'artista, considerato un maestro del colore, dalle prime opere cinetiche del 1969 sino agli ultimi quadri in nero, bianco e grigio e alle nuovissime sculture astrattocinetiche in plexiglass.
Si creerà così un’originale connessione tra le collezioni del Museo trevigiano del Novecento e l’arte di Gard, un protagonista della pittura italiana, maestro riconosciuto nonché precursore delle ricerche Opticalcinetiche internazionali, con al suo attivo partecipazioni a sette edizioni della Biennale di Venezia e alla Quadriennale di Roma. La vibrazione della sua pittura, le profondità illusive e il suo rigore compositivo potranno comporre così un vitale confronto con le sculture di Arturo Martini e gli altri capolavori del ‘900 della collezione del Bailo, in un interessante e intenso dialogo fondato sul colore, la geometria e la pulsazione luminosa dei suoi intrecci dinamici.

Nell’astratto così come nel cinetico Ferruccio Gard affida tutto al colore e il colore è, insieme, forma e sostanza della sua creatività. Una creatività visionaria che sperimenta lo spazio della conoscenza attraverso lo sguardo interiore e sonda le ragioni della vita attraverso il rigore geometrico.
Nelle sue opere conta non tanto il colore riportato all’ordine geometrico, che pure ne è protagonista, quanto la vibrazione del mistero che dal suo calcolo algebrico ogni volta emana, a stimolare l’acutezza estrema dell’occhio di noi che guardandolo ci troviamo di colpo in mano la chiave per decifrare l’enigma delle cose della vita e del mondo. Ecco l’essenza profonda dell’arte di Gard, la ragione e la giustificazione del suo cerchio perfetto, della sua limpida coerenza. E, nel senso dell’attesa e nella prospettiva misterica del silenzio, a colpirci è la magia della luce che, dietro al variare della lunghezza d’onda scomposta nei colori, scava il buio rivelando sulla superficie  ciò che vive nel retroscena, la partitura costitutiva segreta, l’intima natura della realtà.
Per maggiori informazioni sulla mostra
webartmostre.it
criscontinicontemporary.com

L'inaugurazione della mostra si terrà venerdì 8 ottobre p.v. alle ore 18:00, presso il Museo Bailo: per partecipare all'evento è necessario scrivere una mail, entro giovedì 7 ottobre p.v. ore 12,attendendo conferma dell'avvenuta prenotazione, ainfo@museicivicitreviso.it
Si ricorda che per poter partecipare all'inaugurazione è necessario esibire il green pass o una certificazione verde in corso di validità.

Orari:
da martedì a domenica, dalle ore 10 alle 18.
Ingresso con biglietto museale; in alternativa, al costo di 3€ (solo mostra).

Scarica qui il comunicato stampa della mostra

Scarica qui la brochure della mostra

Scarica qui la locandina della mostra


Scarica qui l'invito all'inaugurazione

<<< ... 12131415161718192021 ... >>>
torna all'inizio del contenuto